La Vendemmia a Soave nel 1952

1 Dic

La Vendemmia a Soave 1952. Prezioso filmato d’epoca

La Vendemmia a Soave di un tempo:
curiosità in bianco e nero.

Una delle testimonianza più belle e antiche della vendemmia a Soave è la serie di riprese girate oltre 60 anni dal fotografo soavese Pietro Masnovo che, ereditata la passione dal padre, ha avuto la sensibilità di ritrarre queste immagini così importanti del mondo contadino veronese.

Il suo video risale al 1952 e mostra il processo della vendemmia del Soave a partire dalla raccolta nel vigneto fino alla consegna dell’uva alla Cantina di Soave o alla tradizionale pigiatura familiare.
Le riprese di questa Vendemmia a Soave sono state girate principalmente in località Costeggiola e all’interno delle mura cittadine per il conferimento delle uve in cantina.
Nel 1931 il vino Soave era stato già riconosciuto come tipico e pregiato con un Regio Decreto (primo tra i vini italiani ad ottenere la qualifica che porterà alla Denominazione di Origine Controllata DOC).
Questo video ha il pregio di mostrare aspetti scomparsi di vita contadina (ad esempio i lavoratori mezzadri che mangiano sull’erba durante la pausa dal lavoro, la vendemmia manuale a cui partecipavano tutti i componenti della famiglia, processi manuali della tradizione come la pigiatura in piedi nei tini…) ma questo filmato testimonia anche gli anni di transizione verso il sistema produttivo moderno (la pesatura dell’uva con il prelievo dei campioni per verificare il grado zuccherino e il relativo compenso, la torchiatura a macchina…)
Agli inizi degli anni ’50 del Novecento il principale mezzo di trasporto dell’uva vendemmiata era il carretto trainato da una coppia di buoi o altri altri animali da soma. Qui, tra i carretti di uva assiepati nelle strade di Soave si vede già la comparsa dei primi trattori.

Vendemmia a Soave:
la tradizione del buon vino

Gli anni passano ma, all’ombra del Castello di Soave, si celebra ogni anno una nuova vendemmia per dare vita alla nuova annata del Soave, il vino bianco italiano per eccellenza!

Se oggi possiamo ammirare queste immagini è grazie al Sig. Pietro che mette generosamente a disposizione del pubblico preziosi documenti fotografici e video che ha raccolto in decenni di passione.